Il sogno di Tsige

Vai ai contenuti

Menu principale:

Progetti in loco
La lotta alla povertà attraverso il supporto al Progetto autoctono "Gobezie Goshu Support for Destitute elderly & Children" situato in Adwa (Tigray) Etiopia.

 
Progetti in Italia
Essere punto riferimento per le comunità etiopi residenti in Italia. Sensibilizzare il mondo istituzionale, associativo e scolastico sulle tematiche della solidarietà.



Tutti i modi per donare
  • Versare un libero contributo.
  • Diventare sponsor per permettere ai bambini la frequenza della scuola.
  • Adottare un anziano non autosufficiente.





 
Guerra in Etiopia
Con il tuo 5/1000 puoi aiutarci a sostenere una popolazione che sta letteralmente morendo di fame e di stenti.
Ora il conflitto in Tigray richiede assistenza di emergenza, la popolazione si trova in grande indigenza economica e 
occorrerà appena possibile ripristinare quanto è stato distrutto.

L’unico modo per evitare l’emigrazione è aiutare le persone a vivere nei loro paesi.



Care sostenitrici, cari sostenitori

eccoci a voi con un ultimo aggiornamento della situazione. Ivrea, 14 aprile 2021
 Un saluto a voi tutte e tutti che ci seguite sul nostro sito.

Ci eravamo lasciati la volta scorsa confidando nel fatto che l’ammissione, ancorchè tardiva, del Premier Abiy Ahmed sulla presenza in Tigray delle truppe eritree potesse modificare realmente qualcosa nel teatro di guerra. In realtà gli eritrei, nonostante la richiesta del Premier, continuano ad essere presenti e operativi e le armi e le violenze sono le uniche protagoniste anche ad Adwa. Qui, nei giorni scorsi, ci sono state azioni contro civili inermi in attesa alla stazione dei bus. Secondo testimonianze da noi raccolte, la sicurezza è in mano a soldati e miliziani occupanti che si rendono protagonisti di violenze gratuite e razzie nelle case. Da pochi giorni sono state riaperte le banche: è possibile ritirare al massimo 2500 birr, equivalenti a circa 50 euro, ma i prezzi sono saliti tantissimo a causa delle distruzioni della guerra e del blocco del commercio. Oltre a questo, dopo i bombardamenti dei siti produttivi sin dai primi giorni del conflitto, il lavoro scarseggia. Come scritto la volta scorsa, abbiamo provato a inviare aiuti tramite un altro canale. Ad oggi ci risultano essere arrivati e in fase di distribuzione agli anziani e alle loro famiglie: era dalla fine di dicembre che non era più stato possibile dare piccole quote di denaro a causa della chiusura delle banche e della mancanza di fondi a disposizione del nostro partner “The Gobezie Goshu”.
Confidiamo nell’apertura del Tigray ad osservatori ed organismi indipendenti per far luce sui massacri e i crimini accaduti nonché nell’arrivo di aiuti umanitari per evitare che si passi dal conflitto armato, alla pulizia etnica e all’uso della fame come arma per piegare un popolo.



 

Ecco alcuni link per avere notizie di quanto accaduto nel mese corrente:
https://it.insideover.com/guerra/nel-tigrai-la-guerra-non-risparmia-nemmeno-i-piu-antichi-monasteri-cristiani.html
https://www.africa-express.info/2021/02/13/etiopia-continua-la-guerra-nel-tigray-si-scappa-in-sudan-e-deportazioni-verso-leri
https://www.vaticannews.va/it/mondo/news/2021-02/etiopia-tigray-conflitto-caritas-allarme-acqua.html
https://www.fanpage.it/esteri/in-africa-e-in-atto-uno-sterminio-di-massa-ai-danni-della-popolazione-del-tigray/
https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/02/08/tigray-la-guerra-che-affoga-nel-silenzio-etiopi-ed-eritrei-hanno-distrutto-30-anni
https://www.avvenire.it/mondo/pagine/rocca-l80-del-tigrai-resta-vietato-per-gli-aiuti






News
Ivrea 3/03/2021
In questi giorni siamo riusciti a parlare direttamente con il responsabile del progetto "The gobezie Goshu" ad Adwa, partner della nostra Associazione. Abbiamo avuto la conferma che la sede e l'area del progetto non hanno subito distruzioni. Anche le scuole da noi sostenute risultano indenni: sono state le scuole di maggiori dimensioni e soprattutto dedicate agli studenti più grandi (high school e college) a subire vere e proprie depredazioni. Secondo le testimonianze raccolte, sembra che tali azioni siano state effettuate durante l'occupazione della cittadina da parte delle truppe eritree. Ovviamente le scuole sono chiuse e non si sa quando verranno riaperte. Mancano farmaci, generi di prima necessità, acqua. Le banche continuano ad essere chiuse, complicando la sopravvivenza degli abitanti, i quali per accedere ai propri risparmi, dovrebbero recarsi a Mekalle attraversando però intere aree rurali dove sono tuttora presenti truppe eritree e azioni di guerriglia. In Adwa la presenza dell'esercito federale è ben lontana dal garantire una qualche forma, seppur graduale, di ritorno alla normalità. Noi speriamo di poter riprendere, quanto prima e in sicurezza, i canali di collaborazione e solidarietà. Intanto grazie a tutti e a tutte coloro che continuano a dimostrare la loro vicinanza fattiva ai bimbi e alle bimbe, agli anziani e alle anziane supportati dalla nostra Associazione ad Adwa. 

 
 
l Sogno di Tsige

L’Associazione “il Sogno di Tsige” nasce ad Ivrea il 16 novembre 2007 come Associazione Onlus ed è iscritta nella sezione provinciale del registro regionale delle organizzazioni di volontariato dal 31 marzo 2010 per cooperare con il Progetto “ Gobezie Goshu Support for destitute Elderly & Children“, Adwa – Etiopia.
A costituirla è una donna, nata in Etiopia ai tempi della colonizzazione italiana, e che durante un viaggio turistico effettuato per conoscere il luogo dove è nata. ha modo di constatare l’ estrema povertà di quel paese.
Il sogno di Tsige è composta da volontari che perseguono i seguenti scopi:

  • Impegno civile, tutela e promozione dei diritti
  • Socio Assistenziale
  • Riconoscimento della diversità personale e culturale
  • Affermazione dell’uguaglianza di tutti gli esseri umani
  • Sviluppo della conoscenza della realtà Etiope
5 per mille
Ricordiamo a tutti che in occasione della dichiarazione dei redditi potete devolvere il 5 per mille a “Il sogno di Tsige” indicando nell’apposito spazio il nostro codice fiscale 93034790019 . 
 Come contribuire:
I versamenti vanno effettuati:
  • a mezzo conto corr. postale:  IT 58E 07601 01000 0000 86218104 intestato ad Ass. ONLUS “Il Sogno di TsigeODV
  • a mezzo bonifico bancario:  UNICREDIT  BANCA  Ag. di Ivrea IT 45T 02008 30545 0000 41118171 intestato ad Ass. “Il Sogno di TsigeODV
  • I versamenti sono detraibili dalla dichiarazione dei redditi.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu